ALTA SORVEGLIANZA

DI ALLUMINIO E DI CARTA

Un’installazione monumentale a tema genettiano curata da Maria Federica Maestri, strutturata in tre imponenti macrosalite e in tre lunghi corridoi in alluminio, materia fondamentale nel linguaggio plastico dell’artista. Il suolo innevato artificialmente insieme ad elementi deboli e di breve durata – memento mori – come carta e oggetti di uso quotiano, compendiano la pesantezza della forfiticazione spaziale.