RITRATTI

Cinque ritratti di donne del mito occidentale. Sono Pentesilea di Heinrich von Kleist, Ecuba ed Elena di Euripide, Ifigenia e Margrete di Wolfgang Goethe le cinque icone teatrali messe in scena da Lenz Rifrazioni per la riscrittura drammaturgica di Francesco Pititto e la regia di Maria Federica Maestri. Ad interpretare i destini delle eroine tragiche sono Sara Monferdini, Elisa Orlandini, Sandra Soncini, Barbara Voghera, ritmate dall’esecuzione dal vivo delle partiture musicali di Adriano Engelbrecht. L’eccezionale forza rappresentativa e simbolica della drammaturgia che compone Ritratti e la straordinaria presenza delle attrici diversamente abili coinvolte, pilastri artistici di Lenz Rifrazioni, rendono questo progetto artistico fortemente innovativo dal punto di vista del coinvolgimento del pubblico nelle riflessioni poetiche sulla tragedia della condizione umana.

Cinque diverse modulazioni di uno stesso sentimento amoroso che muta secondo il differente destino tragico. All’interno del ring-spazio sacro che delimita la scena Elena, Pentesilea, Margrete, Ecuba, Ifigenia a turno combattono con le loro parole: la dannazione della bellezza per Elena, travolta dall’amore che riceve, che afferma “Per le altre esser belle è tutto, per me è la fine”; il monologo finale di Pentesilea l’amazzone kleistiana dopo la scoperta di aver fatto a pezzi l’amato Achille; gli episodi monologanti di Margrete e il suo sentimento che cresce progressivamente da mare piatto e tranquillo a piccole onde verso la tempesta, con l’ineluttabile discesa verso la follia e il carcere. E poi la vendetta e il dolore estremo di Ecuba, maternità che si trasforma in bestialità, unica totale metamorfosi, da donna a cagna. Infine la ricerca di audacia e forza per l’Ifigenia romantica di Goethe nel monologo colmo di domande e di grandi questioni filosofiche: “Che cos’è grande?/Cosa innalza l’anima fino al sarto che cuce il canto?/ Se non l’azione di chi ha osato senza speranza”.

RITRATTI

Da Pentesilea di H. von Kleist, Ecuba e Elena di Euripide, Ifigenia e Faust di W. Goethe

traduzione e riscrittura || Francesco Pititto
regia || Maria Federica Maestri
spazio scenico | costumi || Maria Federica Maestri
musica | esecuzione dal vivo || Adriano Engelbrecht
interpretI || Sara Monferdini | Elisa Orlandini | Sandra Soncini | Barbara Voghera
produzione || Lenz Rifrazioni
première || Lenz Teatro, Parma, 2003
durata || 50 minuti