RILKE_BACCHINI

NOTE PER UNA MISE EN PAROLE DELLA PAROLA.
Rainer Maria Rilke e Pier Luigi Bacchini, frammenti di opere allo specchio in una mise en parole dentro il corpo dell’attrice che si fa figura, geometria, costellazione, albero e fiore, gusto e profumo, eco e segno di un’unica passione poetica ed estetica della vita e della morte. Mito e Natura, entrambi alla ricerca costante del continuo mutare del reale, il movimento circolare degli esseri viventi, la “selva oscura” che circonda la conoscenza degli uomini. I due poeti, “contemporanei a loro stessi”, entrano nel “doppio regno” della vita e della morte in un flusso dionisiaco di creazione poetica che tutto comprende e tutto avvolge, compresi i due cantori: “ – oggi arderai/senza paura, arderai, divampando il passato.”

“Nella performance Rilke_Bacchini al ParmaPoesia Festival, protagonista l’intensa, vibrante Elisa Orlandini con la mise en parole di Francesco Pititto, la poesia diventa materia, incanto e suggestione per corpi ‘toccati’ da versi. La potenza sacrale della parola poetica si svela nel rapporto fisico che l’attrice, avvolta in un costume d’oro che la cela o la rivela, crea con chi la circonda nello spazio vuoto, sfiorando, abbracciando, avvolgendo in un magnetico sussurrare viso a viso, inquietante e consolatorio, malinconico e straziante. I versi de ‘I Sonetti di Orfeo’ di Rainer Maria Rilke, geniale esploratore della solitudine ontologica moderna, si uniscono a ‘Contemplazioni meccaniche e pneumatiche’ di Pier Luigi Bacchini, poema spazio temporale della natura che tutto assorbe, rimastica, rigenera. E per incanto si materializza nella parola l’inseparabilità tra vita e morte, tacita complice di ogni cosa, in un’intimità che la poesia rafforza attraverso le più profonde gioie e magnificenze della vita”.
Magda Poli, Corriere della Sera

Rilke_Bacchini

da I sonetti ad Orfeo di Rainer Maria Rilke e Contemplazioni meccaniche e pneumatiche di Pier Luigi Bacchini

mise en parole || Francesco Pititto
istallazione || Maria Federica Maestri
performer || Elisa Orlandini
durata indicativa || 50 min
première || San Secondo, Oratorio del Santo nome di Maria, XI ed. Festival Natura Dèi Teatri, 14 ottobre 2006