SEPOLTURA

Abita in un cimitero di memorie la Sibilla Cumana di Sepoltura (Sandra Soncini). Celebre per i suoi oracoli enigmatici e per l’infinita vecchiaia, vorrebbe finalmente poter morire. Ma al rifiorire della natura nella primavera bugiarda dei vecchi, l’attrice carnosa e attempata ritrova l’eco faustiano della passione amorosa nell’estasi del languore erotico di un chihuahua in vetroresina.

creazione | Francesco Pititto | Maria Federica Maestri
imagoturgia | Francesco Pititto
installazione | Maria Federica Maestri
performer | Sandra Soncini

disegno luci | Gianluca Bergamini
organizzazione | produzione | Ilaria Montanari
ufficio stampa | Agnese Doria